I vantaggi del concime fogliare

L’utilizzo del concime fogliare in agricoltura sfrutta la capacità di assorbimento dei nutrienti dalle parti verdi della pianta (foglie soprattutto) e apporta dei notevoli vantaggi rispetto alla concimazione tradizionale al suolo o in fertirrigazione

Quando utilizzare i concimi fogliari

la concimazione fogliare

Quando è preferibile la concimazione fogliare rispetto a quella al suolo? In generale in presenza di terreni “difficili” o situazioni particolari, dove serve essere certi di intervenire velocemente, come:

  • in caso di terreni con pH basici o comunque lontani dal neutro/sub acido, dove l’assorbimento degli elementi nutritivi è ostacolato
  • in caso di terreni pesanti, ricchi di argille o sostanza organica, asfittici
  • in caso di apparati radicali attaccati da patogeni e/o non molto efficienti
  • nel caso serva un prontissimo assorbimento, ad esempio per porre rimedio ad una carenza nutrizionale evidente

Tuttavia, la concimazione fogliare non può sostituire quella tradizionale al suolo perché non è in grado di apportare tutte le unità nutritive necessarie alla coltura: non dobbiamo mai dimenticarci infatti che le piante “mangiano” prima di tutto con le radici!

Il concime fogliare può dunque essere complementare e fondamentale in determinate fasi fenologiche o nelle casistiche precedenti, ma deve essere comunque accompagnato da un’adeguata concimazione al suolo.

I concimi fogliari possono anche essere usati come concimi per fertirrigazione, quindi disciolti in acqua e dati al terreno tramite l’irrigazione, ma non viceversa. L’utilizzo, infatti, di concimi per fertirrigazione per via fogliare comporta dei rischi, in quanto non formulati per un utilizzo specificamente fogliare ma al terreno.

Le foglie sono infatti organi delicati e fondamentali, il cui danneggiamento potrebbe compromettere gravemente la produzione finale. È importante quindi, quando si utilizza un concime fogliare, essere sicuri della buona qualità del fertilizzante stesso.

SEI GIA' ESPERTO NELL'USO DEI PRODOTTI FOGLIARI? PARTECIPA ALLORA AL CONCORSO "CAMPIONE YARAVITA IN CAMPO": www.campioneyaravitaincampo.it

PUOI VINCERE SUBITO UNA GIFT CARD PER UN MESE GRATIS DI PAYTV SPORTIVA E FINO A 5.000 EURO DI PRODOTTI FOGLIARI!

Le principali tipologie di concime fogliare

I concimi fogliari possono presentarsi in diverse forme:

- concime liquido

liquido in senso stretto, ossia composto da una serie di elementi disciolti in una soluzione generalmente acquosa.

- sospensione

elementi non disciolti ma, appunto, “sospesi” in una soluzione. Mentre il concime liquido è molto pratico e facile da utilizzare, la sospensione può presentare problemi di durabilità/sedimentazione. Tuttavia, ha al suo interno una grande concentrazione di nutrienti e comporta vantaggi in termini di minor utilizzo di packaging e minor numero di interventi fogliari.

- concime idrosolubile (polvere o granuli)

concime solido da disciogliere in acqua, da solo o in miscela con altri.

Il ruolo chiave degli agenti co-formulanti

l'importanza degli agenti co-formulanti

È molto importante che un concime fogliare abbia elevate caratteristiche tecnologiche di qualità, sia in termini pratici (concentrazione, facilità di utilizzo) che in termini di efficienza nutrizionale.

L’inserimento nel concime di agenti co-formulanti richiede conoscenze importanti in termini di composizione chimica e risulta inoltre un costo significativo rispetto alla semplice miscelazione di sostanze nutritive e acqua, ma è indispensabile per la creazione di prodotti efficaci e di qualità.

I concimi liquidi dedicati alla concimazione fogliare o alla biostimolazione fogliare dovrebbero contenere ad esempio:

  • agenti bagnanti: annullano la tensione superficiale dell’acqua, eliminando l’effetto “goccia” che porterebbe a bruciature e possibili fitotossicità date dall’accumulo eccessivo di nutrienti in aree ridotte. Essi portano ad una migliore bagnatura della superficie fogliare, permettendo di utilizzare bassi dosaggi per ettaro
  • agenti adesivanti: migliorano l’adesività del prodotto sulle foglie o sui frutti, garantendone la permanenza anche dopo l’asciugatura o anche in caso di leggere piogge e/o vento
  • agenti di assorbimento: migliorano il passaggio degli elementi nutritivi e biostimolanti dalla lamina fogliare all’interno della foglia

I concimi liquidi in forma di sospensione, quindi molto concentrati, dovrebbero contenere inoltre:

  • agenti di sospensione: formulati che stabilizzano il prodotto, rallentandone la precipitazione nel tempo e migliorandone la conservabilità
  • particelle di grandezza e forma diverse in maniera tale da rendere il rilascio dei nutrienti prolungato nel tempo

Come effettuare al meglio la concimazione fogliare?

all'alba è più indicato effettuare la concimazione fogliare

È molto importante sfruttare le ore della giornata meno calde, quindi mattino presto o sera tardi. Oltre ad evitare i rischi dati dal forte irraggiamento solare, in queste ore abbiamo una maggiore umidità e un miglior turgore fogliare.

Altro fattore importare è l’assenza di vento, per evitare l’effetto “deriva” con conseguente perdita di concime fogliare, e possibilmente la non previsione di piogge nel breve termine.

La tecnologia impiegata nella produzione dei concimi può in parte porre rimedio ad imprevisti come quelli sopra descritti, nel senso che l’inserimento in formulazione di agenti co-formulanti quali umettanti o adesivanti può migliorare la distribuzione e l’assorbimento del concime fogliare, limitando l’effetto degli agenti atmosferici.

Spesso la concimazione fogliare avviene insieme ai trattamenti di difesa (erbicidi, insetticidi, fungicidi): in tal caso è importante sincerarsi che il concime fogliare sia compatibile con gli altri componenti della miscela che si va a creare, per evitare problemi di sedimentazione o di incompatibilità.  

La gamma di concimi e biostimolanti YaraVita

Possiamo suddividere la gamma YaraVita in 3 famiglie principali e diverse sotto-famiglie, ognuna caratterizzata da un diverso colore dell’impronta presente sulla confezione del prodotto:  

  1. Biostimolanti (blu chiaro)
  2. Prodotti per la nutrizione fogliare
    1. Energia fogliare (arancione)
    2. Nutrizione prolungata (verde scuro)
    3. Prodotti specifici per coltura (giallo)
    4. Nutrizione fogliare (verde chiaro)
    5. Polveri (grigio chiaro)
  3. Prodotti per la ricopertura di fertilizzanti o sementi (grigio scuro)
    1. Procote
    2. Seedfoster

colori della gamma YaraVita

Biostimolanti

Contraddistinti dal logo BIOTRYG sulla confezione, indice dell’esclusivo processo produttivo che mira a valorizzare l’elevatissima qualità dei composti bioattivi di partenza, questi prodotti puntano ad innescare il vero potenziale genetico e produttivo/qualitativo della coltura, massimizzando le performance ed evitando l’influenza di “fattori limitanti” come i più comuni stress abiotici (siccità, caldo, freddo, ecc…).

Prodotti per l’energia fogliare

Si tratta di prodotti dalla spiccata attività energetica, fungono da veri e proprio “energy drink” per la pianta. Se usati in condizioni ambientali difficili o in condizioni di stress della pianta, aiutano a superare queste fasi traumatiche (si pensi allo stress da trapianto su orticole, al risveglio vegetativo su frutticole, o alla ripresa dopo un ritorno di freddo su vite).

In realtà ne esistono sia versioni fogliari (YaraVita KOMBIPHOS, YaraVita SENIPHOS) che per fertirrigazione (YaraVita MAGPHOS, YaraVita CALIPHOS) perché, come detto prima, pur partendo dalle stesse materie prime, la formulazione è profondamente diversa.

Nutrizione prolungata (o “sostenuta”)

Altro non sono che i prodotti formulati in “sospensione”, ovvero concimi liquidi fogliari caratterizzati da grande concentrazione di particelle in sospensione. Questi prodotti hanno la caratteristica di cedere in maniera graduale il loro contenuto nutrizionale, facendo sì che, con un solo trattamento, l’effetto nutrizionale e anticarenziale sia prolungato nel tempo.

La grande concentrazione comporta inoltre un minor utilizzo di plastica, un minor ingombro di magazzino e un dosaggio molto basso.  

Prodotti specifici per coltura

Concimi formulati appositamente per essere utilizzati su colture specifiche. Contengono tutti gli elementi di cui la coltura in oggetto ha bisogno in quantità bilanciate, per garantire un corretto equilibrio nutrizionale.  

Prodotti per la nutrizione fogliare veri e propri

Escludendo le categorie di cui sopra, trattasi di concimi fogliari liquidi per una pronta nutrizione, ad effetto anticarenziale.  

Polveri

Concimi per utilizzo fogliare o per fertirrigazione, non sono liquidi ma contengono al loro interno i co-formulanti necessari al prodotto una volta disciolto in acqua. Permettono una grande concentrazione di nutriente con una movimentazione limitata.  

Procote

Prodotti liquidi per la copertura di concimi tradizionali, vengono formulati appositamente per avere un’ottimale adesione ai granuli, limitare la polverosità ed aumentare la scorrevolezza.  

Seedfoster

Prodotti liquidi per la copertura delle sementi, sono pensati per ricoprire il seme in maniera uniforme e sicura, apportando un coating omogeneo di nutrienti per spingere le prime fasi di crescita della pianta ed assicurare un rapido stabilimento della coltura.

Come risultato, le radici e le foglioline emergenti sono più sane e meno vulnerabili al freddo, al gelo o ad altri danni da stress ambientali.

 

Tutti i prodotti della gamma YaraVita si caratterizzano per l’elevata miscibilità con i prodotti per la difesa delle colture, permettendo più possibilità di co-applicazione con altri prodotti e l'integrazione nei programmi di protezione (per maggiori info consultare  TankmixIT).

È stato anche dimostrato in più casi come la particolare composizione dei concimi liquidi YaraVita vada a migliorare le performance dei programmi di protezione.

Per conoscere in dettaglio tutti i concimi YaraVita clicca qui.